regala Libri Acquaviva

regala Libri Acquaviva
CHARLES BUKOWSKI, Tubinga, MARC CHAGALL, Milano, ALDA MERINI, Grecia, Utopia, ROMANZI, Acquaviva delle Fonti, RACCONTI CONTADINI, America, POESIE, ERNST BLOCH, Sogni, Gatti Pazzi, Spinoza, FEDOR DOSTOEVSKIJ, ITALIA, New York, FEDERICO FELLINI, Poesie di Natale

lunedì 7 agosto 2017

IL NOSTRO TROPPO

IL NOSTRO TROPPO

chi ha potere su di noi
se decidiamo di macchiarci d'azzurro
per migrare verso il nostro stesso sorriso?
il futuro ha due piedi volanti quasi come Dio,
è il nostro stesso cuore che vuole sincerarsi
di essere caro a se stesso anche se ha torto marcio.
rinasce l'ulivo,
rispunta il ponte,
il delirio incombe ma anche a lui gli fa male la testa,
il cielo si ricompone con la montagna,
il mare con la profondità,
se ci credi lo vedi:
rimani sempre uguale a te stesso
e sorridi lo stesso,
voli pure
quando pensi alle ali che nessuno ti vede.
GIUSEPPE D'AMBROSIO ANGELILLO

mercoledì 2 agosto 2017



la fortuna ti ride
e tu piangi, capitano,
quando qualcuno glielo dirà
ti farà piangere proprio sul serio,
capitano mio, 
con la tua nave in fondo al mare.
GDA


al contadino non far mancare la cascina
e manco la vacca.
quando non scoppia di fatica
anche al più ostico cafone
gli piace pure a lui
mungere un po' di latte.
GDA


chi più comico di Totò, amico mio?
in una casa di puttane
vuole essere pure votato da tutti quanti.
GDA


leggi i libri a dritto e a rovescio, Apollinaria,
e ci leggi sempre la stessa cosa:
soldi a prestito
che non restituisci mai.
GDA
brucia l'amore più del Vesuvio,
ma non sono gli dei che mettono fuoco,
è la donna.
GDA
si veste di nero la vedova
ma il marito non è morto.
gli allunga la vita, dice il benigno.
vuole ereditare presto, dice il maligno.
GDA